pc-facile
Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti




Whatsapp e la truffa del sangue per una bimba malata

ale 25/10/14 @ 05:00  

Whatsapp e la truffa del sangue per una bimba malata

Circola da ormai settimane una bufala via Whatsapp dove una famiglia chiede sangue per una piccola paziente.

E' una bufala, non esiste la bimba interpellata e non esiste l'emergenza sangue... perfortuna! Il messaggio, inoltrato e rimbalzato su centinaia di account, recita così: "Sms da medico del pronto soccorso di Feltre: mi hanno chiesto di diffonderlo dal policlinico per il reparto di pediatria. C'è bisogno di sangue A rh negativo per una bimba che sta male. Aiutate a diffonderlo. La referente è Elisa Montagnoli. Mandalo ai tuoi contatti Whatsapp per favore. Grazie!".

Tale è stata ridondanza del messaggio che la stessa Usl2 di Feltre ha dovuto rilasciare un comunicato di smentita. "Le esigenze trasfusionali dei pazienti sono gestite e soddisfatte dal Centro Trasfusionale, il quale si interfaccia direttamente con le Associazioni dei donatori di sangue che hanno strumenti organizzativi tarati sia per garantire il costante flusso di donatori sia per rispondere a particolari bisogni. Non vengono certi diffusi appelli per WhatsApp" e in effetti ai più attenti non è sfuggiata la particolarità del mezzo di comunicazione ed è emerso il dubbio di una bufala.

Il numero di telefono di riferimento comparso in calce al messaggio risulta irragiungibile dopo il comunicato dell'Asl.



News correlate:

[25/02/14] Whatsapp e la bufala del servizio a pagamento
[10/11/08] La bufala di MSN "piena" migra a Facebook
[07/01/08] Sms per bimbo di 17 mesi malato di leucemia: è una bufala!
[08/12/06] Sms "ci sono messaggi per te"... truffa in arrivo?
[20/07/06] "Danza lenta", bufala sulla pelle dei malati

Commenta questa news

Nome:

Commento:

Conferma visiva:


Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti



Ho perso la password


Glossario | Blog | Cerca
© 2000-2018 pc-facile.com